• Home
  • Blog
  • Patente nautica 2022: tutto quello che devi sapere

, , ,

Patente nautica 2022: tutto quello che devi sapere

Possiedi una barca? Vuoi cavalcare le onde su una moto d’acqua? Quale patente nautica devi ottenere? Come si svolgono i corsi e gli esami dopo la riforma? In quest’articolo cerchiamo di chiarirti un po’ le idee.

Intanto, la patente nautica varia in base alle dimensioni dell’imbarcazione e alla distanza dalla costa, infatti oggi le imbarcazioni si dividono in:

  • Natanti, barche a vela o a motore di lunghezza inferiore ai 10 m
  • Imbarcazioni, barche a vela o motore di lunghezza compresa tra 10 e 24 m
  • Navi da diporto, con lunghezza superiore ai 24 metri

Quali categorie di patente nautica esistono?

Per chi possiede una delle imbarcazioni elencate e vuole navigare oltre le 12 miglia dalla costa, esistono tre categorie di patente nautica:

  • Categoria A, per natanti o imbarcazioni a vela e motore o solo motore entro 12 miglia dalla costa e barca a vela e motore o solo motore senza limiti dalla costa;
  • Categoria B, navi da diporto con lunghezza superiore ai 24 metri, in possesso della patente nautica a vela da almeno tre anni;
  • Categoria C, per natanti o imbarcazioni dotate di particolari dispositivi. Abilita alle operazioni decisionali del comando di unità, non per forza con azioni manuali, a patto che a bordo ci sia una persona maggiorenne capace di guidare manualmente l’imbarcazione.

Da Aci Prima Porta in zona Roma nord è possibile ottenere tutte le categorie, compresa la patente nautica senza limiti dalla costa.

La patente nautica è obbligatoria per condurre imbarcazioni, moto d’acqua e per praticare lo sci nautico, ma ci sono delle eccezioni.

Quando non è obbligatoria la patente nautica?

La patente nautica non è obbligatoria per condurre imbarcazioni con lunghezza inferiore ai 24 metri,con cilindrata inferiore ai 750 cc e per navigare entro le 6 miglia dalla costa.
Anche in questo caso ci sono dei requisiti legati all’età da rispettare, per esempio, per condurre imbarcazioni da diporto, bisogna aver compiuto 18 anni, 16 per guidare natanti da diporto e 14 anni nel caso di natanti a vela dalla specifica superficie.

Veniamo ora alla nota dolente, ovvero agli esami per la patente nautica, che richiedono una preparazione accurata: il mare ha le sue regole e per navigare non puoi non conoscerle.

Esame patente nautica: come si svolge?

Le modalità d’esame per la patente nautica sono più o meno le medesime della patente auto con una parte teorica e una pratica.

La prova teorica è suddivisa in due sezioni, il carteggio, cioè la simulazione di navigazione sulla carta nautica 42d e un quiz volto a verificare la conoscenza del programma ministeriale.
La parte pratica dell’esame varia in base al tipo di imbarcazione.
Per le unità a motore è previsto per esempio il recupero dell’uomo in mare, ormeggi e disormeggi. Mentre, la prova pratica per la vela richiede maggiore abilità nelle manovre.

Negli ultimi mesi l’esame nautico, soprattutto per la parte teorica, è stato riformato.
Vediamo insieme le novità.

Esame nautica 2022: cosa è cambiato?

La riforma entrata in vigore da qualche mese è frutto della collaborazione con le associazioni di settore, che da ben 10 anni attendevano un cambiamento sui patente nautica quiz, considerati troppo tecnici.

I nuovi quiz sono incentrati più sulla navigazione in senso pratico, con motorizzazioni e attrezzature veliche attuali.
Eliminati i quesiti sulle parti che compongono l’ancora Ammiragliato, la nomenclatura relativa alle componenti degli scafi, gli elementi di fisica navale, i segnali di comunicazione tra barche con bandiere e tutto ciò che riguarda metacentro, baricentro etc.

È un esame sicuramente più moderno, incentrato sugli aspetti realmente utili nella navigazione.
La sezione meteorologia e maree è stata rivista, tralasciando la parte di fisica atmosferica.

Nel dettaglio, la prova teorica è costituita da un quiz base, valido per tutte le patenti, con 20 quesiti a risposta multipla, ciascuno con la possibilità di scegliere tra 3 alternative, di cui una esatta.

La prova è superata con almeno 16 risposte corrette.

Eccezioni: Per la patente “vela”, sono previsti ulteriori 5 quesiti a risposta singola, con un errore ammesso.

Ovviamente il “quiz vela” non è somministrato a chi vuole ottenere l’abilitazione per le sole unità a motore.

C’è un quiz carteggio da sostenere?

Sì, è previsto ed è preliminare al quiz base:

– per la patente nautica entro le 12 miglia dalla costa, un esercizio su elementi base di carteggio nautico, 5 quesiti in cui si può errare una sola risposta;

– per patente nautica senza alcun limite dalla costa, prova di carteggio nautico composta da 4 esercizi in cui se ne può sbagliare soltanto uno.
In queste prove, per garantire l’equità, sono ammesse delle tolleranze ai margini di errore.

Le novità introdotte vogliono snellire tutta la procedura, così chi ha raggiunto l’idoneità ai quiz patente nautica, ma non ha superato la pratica, può risostenere solo quest’ultima entro 30 giorni.
Il candidato può ripetere le sole prove scritte non superate, oppure nel caso in cui non abbia superato la prova carteggio per la patente nautica oltre le 12 miglia, può richiedere di proseguire l’esame entro le 12 miglia.

Sei interessato a conseguire la patente nautica roma, approfittando dei nuovi quiz? Iscriviti ai corsi per natanti e imbarcazioni di Aci Prima Porta! Siamo a Roma in via della Giustiniana, 209

Contattaci!
Articoli recenti
  • Home
  • Blog
  • Patente nautica 2022: tutto quello che devi sapere

Contatti

Seguici su

Copyright © 2012 Prima Porta Services SRL | Via della Giustiniana 209/211, 00188 Roma
PI E CF 01381391000 - RM 503857