• Home
  • Blog
  • Patente CQC: cos’è e come si rinnova

Patente CQC: cos’è e come si rinnova

La carta di qualificazione del conducente (CQC) è obbligatoria per lavorare nel settore trasporto merci o persone.

La CQC è stata introdotta come direttiva europea e attesta il possesso delle capacità professionali di chi lavora nel settore dell’autotrasporto e ha già ottenuto le patenti di guida delle categorie C/C+E o D/D+E.


La qualifica è direttamente collegata alla patente, quindi qualora questa dovesse essere sospesa o ritirata, è prevista la sospensione o il ritiro anche per la CQC.

Cos’è la patente CQC?

Si è soliti parlare di patente, ma la CQC è più una qualifica o un’estensione divenuta obbligatoria.

Si distingue in:

  • la CQC merci (CQCM): deve essere ottenuta dal lavoratore in possesso delle patenti C; C1; C+E; C1+E che effettua il trasporto di cose in conto terzi con veicoli di massa a pieno carico superiore alle 3,5 tonnellate, inclusi rimorchi o semirimorchi;
  • la CQC persone (CQCP) (per chi è in possesso delle patenti di categoria D) è obbligatoria per trasportare persone con autobus con capienza superiore ai 9 posti in servizio pubblico di linea o NCC.


Come si ottiene la CQC?

Dopo il 2009, la CQC si ottiene frequentando un apposito corso di formazione con esame finale.

Il corso, che Aci Prima Porta organizza periodicamente e in ore serali, prevede due modalità di svolgimento: una ordinaria (260 ore di teoria + 20 di pratica) e una accelerata (130 ore di teoria + 10 di pratica).

L’Esame CQC

L’esame CQC consiste nel rispondere a 70 domande (suddivise in una parte generale e una specifica) in 90 minuti con la possibilità di max 7 errori.
La qualifica una volta conseguita ha validità di 5 anni, a scadenza va rinnovata con la frequenza di un corso apposito. Se vuoi maggiori informazioni al riguardo? Leggi il nostro articolo sugli argomenti per l’esame CQC.

Come rinnovare la Carta di qualificazione del conducente?

Il rinnovo della Carta di qualificazione del conducente prevede la frequenza di un corso della durata di 35 ore.
Al termine del quale viene rilasciato un attestato di frequenza e non è previsto un esame finale.
Attenzione, la frequenza è obbligatoria e sono ammesse max 3 ore di assenza.

Quanto tempo si ha per rinnovare?

È possibile iscriversi al corso per il rinnovo per un massimo di un anno e mezzo di anticipo (18 mesi) dalla data di scadenza.
Se, invece, la Carta di qualificazione è scaduta da due anni è necessario ricominciare l’iter daccapo con corso di formazione ed esame finale.
In caso di doppia abilitazione (merci e persone), il rinnovo dell’una comporta quello dell’altra.

Se il documento è scaduto non è possibile guidare veicoli per i quali è obbligatoria e il conducente rischia una sanzione pecuniaria che va da 155 a 624 euro e il ritiro della Carta di Circolazione.

Novità CQC e conto proprio

La nuova normativa prevede che anche i conducenti di veicoli in conto proprio o non adibiti a un uso professionale posseggano la CQC. Inoltre, l’obbligo è stato esteso anche ai conducenti dei veicoli immatricolati ad “uso speciale”, “macchine operatrici speciali” e “trasporti specifici”.

Contattaci!
Articoli recenti
  • Home
  • Blog
  • Patente CQC: cos’è e come si rinnova

Contatti

Seguici su

Copyright © 2012 Prima Porta Services SRL | Via della Giustiniana 209/211, 00188 Roma
PI E CF 01381391000 - RM 503857