• Patente AM

    Patente AM

    La nuova patente per la guida dei ciclomotori

    La passione per le due ruote ti accompagna da sempre? Bene, la patente AM rappresenta allora per te il primo passo verso la realizzazione di questa tua passione! La nostra autoscuola è esperta nella formazione dei motociclisti del futuro, riducendo le tempistiche di acquisizione senza però sottovalutare l’importanza di una conoscenza approfondita dei rischi e dei doveri propri di tale tipologia di guida!

    Questa patente di guida permette di guidare i ciclomotori con cilindrata fino a 50cm3 e le minicar (entro i 50 centimetri cubici di cilindrata a due, tre ruote e dei quadricicli leggeri).

    Per conseguire questa patente è necessario aver compiuto 14 anni.

    La Patente AM è riconosciuta come un vero e proprio documento d’identità, infatti richiede l’apposizione della foto con tutti i dati anagrafici del titolare.

    Una delle novità principali riguarda la decurtazione dei punti in caso di violazioni del codice della strada: si parte da un bonus di 20 punti (come per la patente B) e anche in questo caso, per i neopatentati, la decurtazione sarà raddoppiata.

    Prima di allacciare il casco devi inoltre sapere che…

    – E’ proibito trasportare passeggeri sino al compimento dei 16 anni;

    – La patente AM non consente di poter richiedere la guida accompagnata, come nel caso della patente A1;

    – Dopo i 16 anni è possibile guidare anche all’estero, dove le convenzioni internazionali lo prevedono.

    Scadenza

    La scadenza della patente AM è decennale sino a 50 anni; quinquennale dai 51 ai 70 anni; triennale dai 71 agli 80 anni e biennale per gli over 80 anni.

    N.B. Ricordiamo che con le nuove disposizioni sulle scadenze dei documenti, anche per la patente AM, la scadenza del documento corrisponderà al giorno del compleanno.

    Esame Teorico

    In seguito alle disposizioni più recenti, entrate in vigore lo scorso dicembre 2014, l’esame di teoria per la patente AM consiste nel risolvere 30 quesiti di un quiz multimediale, specificando la risposta secondo la struttura del vero o falso. Il tempo a disposizione per completare la prova è di 30 minuti e per ottenere la promozione non sono consentiti più di 3 errori.

    Nella nostra autoscuola potrete trovare tutti gli strumenti per svolgere esercitazioni e simulazioni personalizzate – come App per smartphone e tablet, pc quiz in sede e istruttori qualificati – fondamentali a creare i giusti presupposti per affrontare nel migliore dei modi l’esame ufficiale.

    Esame pratico

    Sempre secondo le nuove disposizioni, prima di ricevere il foglio rosa che consente di esercitarsi alla guida è necessario aver superato positivamente l’esame teorico. Dopo un mese dal rilascio del foglio rosa sarà quindi possibile sostenere la prova pratica.

    Ti ricordiamo che il foglio rosa ha la validità di 6 mesi e in questo tempo sono consentite solo 2 prove d’esame.

    0117

  • Patente A

    La nuova Patente per la Moto (A2, A1, A)

    Guida all’acquisizione delle nuove patenti europee per la guida di qualsiasi tipo di motociclo

    Viaggiatori si nasce, motociclisti si diventa! Se anche tu ami le due ruote, allora, la patente A è quello che ti serve, e seguendo il nostro percorso formativo potrai presto realizzare questo tuo desiderio. Iscrivendoti con noi potrai infatti contare su un team specializzato nel formare i motocilisti del futuro, esercitandoti alla guida e preparandoti ad affrontare la strada con una piena consapevolezza dei pericoli che ne derivano.

    Scopriamo ora le varie tipologie di patente A, differenti per limiti e tipologie di motocicli utilizzabili:

    Patente A1

    Con l’acquisizione della patente A1 è possibile guidare motocicli con cilindrata non superiore ai 120cc (non superando però la potenza di 11 Kw). Con la patente A1 non è invece possibile guidare quadricicli pesanti, come ad esempio i quad.

    Patente A2

    Le patenti A2 consentono la guida di motocicli di potenza massima pari a 35 Kw; dopo il passaggio di due anni dall’acquisizione, la patente non si trasforma in A. Le patenti A2 rilasciate prima del 19 Gennaio 2013 permettono invece la guida di motocicli fino a 25 Kw di potenza, trasformandosi automaticamente in patente A dopo due anni dal suo conseguimento.

    Patente A

    Conseguibile all’età di 24 anni – 20 nel caso si possieda la patente A2 da almeno 2 anni -, la Patente A è valida per poter circolare con motocicli di qualsiasi cilindrata e potenza, comprendendo anche tutti quelli consentiti dalle patenti A1 e A2. Per circolare con mezzi di potenza superiore a 15 Kw è comunque necessario aver compiuto 21 anni.

    Di seguito sono riportate le modalità degli esami e le specifiche obbligatorie delle piste su cui sarà possibile affrontarli.

    PROVA PRATICA 1 – di equilibrio, andatura lenta

    Importante: Andare PIANO, abilità richiesta EQUILIBRIO.

    E’ un percorso che sollecita il proprio equilibrio alla guida di una moto. Per superarlo con successo bisogna affrontare con una velocità moderata la prova e di conseguenza non impiegare un tempo inferiore a 15 secondi per completare il percorso.

    Il candidato effettua dapprima uno slalom nel primo corridoio, lasciando sulla destra il primo cono posto a 2,2 metri dalla partenza. Al termine dello slalom il candidato dovrà quindi percorrere, a velocità ridotta e nel modo più regolare possibile, un percorso avvolgente attorno al cono posto centralmente. Successivamente si dovrà quindi percorre il corridoio stretto.

    Determina l’esito negativo delle prove anche solo una delle seguenti irregolarità:

    • a) Toccare uno o più coni;
    • Saltare un cono durante lo slalom o uscire dal percorso;
    • Mettere un piede a terra;
    • Coordinare in modo irregolare la guida, dimostrando scarsa abilità;
    • Impiegare un tempo inferiore a 15 secondi per completare il percorso.

    PROVA PRATICA 2 – Prova di abilità, andatura veloce

    Importante: Mantenere una velocità sostenuta. L’abilità principale richiesta è quella di saper evitare un ostacolo in velocità. È poi richiesto di NON impiegare un tempo superiore a 25 secondi per completare il percorso.

    È un percorso che sollecita l’abilità del candidato nell’affrontare in velocità dapprima uno slalom e successivamente nell’evitare un ostacolo sempre mantenendo una velocità sostenuta.

    Il candidato effettua dapprima uno slalom lasciando indifferentemente, sulla destra o sulla sinistra, il primo cono. Al termine dello slalom dovrà passare tra tre coni posti al centro della pista, quindi percorrere il secondo corridoio passando all’interno dei coni distanziati di 1 metro. Infine è richiesto di arrestare il veicolo in modo che la ruota anteriore superi il primo allineamento, ma non il secondo.

    Determina l’esito negativo delle prove anche solo una delle seguenti irregolarità:

    • a) Toccare uno o più coni;
    • Saltare un cono durante lo slalom o uscire dal percorso;
    • Mettere un piede a terra;
    • Coordinare in modo irregolare la guida, dimostrando scarsa abilità;
    • Arrestare il motociclo con la ruota anteriore che non ha superato il primo allineamento o che ha superato il secondo allineamento;
    • Impiegare un tempo superiore a 25 secondi per completare il percorso.

    Illustrazioni grafiche delle piste su cui eseguire le prove

  • Patente B

    Guide obbligatorie – Prova Guida – Esame Patente

    Finalmente è arrivato il momento di prendere la patente per guidare la tua futura automobile! Non vedi l’ora? Allora non perdere tempo, affronta questo percorso con noi e se ci metti un po’ di buona volontà, ti porteremo in tempi rapidissimi al raggiungimento di questo ambitissimo (e tanto aspettato) traguardo!

    Possiedi la patente A?

    In questo caso i tempi saranno ancora più brevi. Ti basterà effettuare l’esame pratico. Esercitandoti presso la nostra autoscuola avrai la possibilità di affrontare l’esame nei migliori dei modi!

    Non ho nessuna patente, parto da zero!

    Se non hai nessuna patente dovrai prima di tutto prepararti per l’esame teorico. La nostra autoscuola ti mette a disposizione una serie di sistemi didattici all’avanguardia per renderti il percorso che ti porterà all’esame più semplice e divertente.

    Penseremo noi a tutta la parte noiosa dedicata alla documentazione e alla burocrazia.

    Cosa posso guidare con la patente B?

    Con la patente B si possono guidare:

    – autoveicoli di massa complessiva non superiore a 3.5 t (fino a 9 posti totali compreso il conducente, ad uso PRIVATO);

    – Rimorchio fino a 750 kg;

    – Motocicli leggeri (con cilindrata non superiore a 125cc e con potenza non superiore a 11Kw);

    – Macchine agricole, anche eccezionali;

    – Macchine operatrici, escluse quelle eccezionali;

    – Mezzi adibiti al servizio di emergenza, con massa fino a 3,5 t.

    Ricordati di portarci i seguenti documenti:

    Due fotografie (formato tessera, seguendo le nuove linee dettate dal Ministero, se vuoi puoi fare le foto qui da noi senza costi aggiuntivi!);

    Documento d’identità valido;

    Codice fiscale;

    Permesso di soggiorno (per allievi stranieri);

    Patente (se in possesso, come ad esempio la patente A)

    L’esame è svolto attraverso un sistema informatico con la compilazione di una scheda elettronica composta da 40 affermazioni che potranno essere vere o false. Si possono commettere non più di 4 errori. Il tempo massimo consentito è di 30 minuti. Non ti preoccupare, con i nostri computer potrai esercitarti come se fossi all’esame!

    Foglio Rosa e esame di teoria

    Il foglio rosa dura 6 mesi per la teoria e 6 mesi per la pratica. Prima di poterti esercitare alla guida, dovrai passare l’esame teorico. Avrai due possibilità da sfruttare nell’arco di 6 mesi. Una volta raggiunta l’idoneità nella teoria il tuo foglio rosa verrà rinnovato per altri 6 mesi, dove avrai altre due prove per il superamento dell’esame pratico. Riassumendo:

    Teoria: foglio rosa valido 6 mesi per effettuare due prove (non si potranno effettuare esercitazione di guida).

    Guida: foglio rosa rinnovato per altri 6 mesi con altre due prove (se non si supera la seconda prova si può fare il riporto di teoria).

    Guide Obbligatorie

    Le guide dovranno essere certificate presso un’autoscuola da un istruttore abilitato e autorizzato. Il numero minimo di guide certificate da sostenere prima di poter accedere all’esame è 6 (di cui almeno due in notturna e due in autostrada). Tuttavia, ti consigliamo di esercitarti con i nostri istruttori prima di accedere alle guide certificate: alcune di esse prevedono infatti delle prove impegnative (ad esempio la guida in autostrada) alle quali sarebbe più sicuro accedere con un più esperienza accumulata.

    Esame pratico di guida

    L’esame pratico consiste in una prova su strada, dove saranno compiuti una serie di test per verificare la tua idoneità. Ricorda che l’esame ha delle linee guida specifiche da rispettare in base alle richieste dell’esaminatore. Ti sembra complicato? Con il tuo impegno e l’aiuto del nostro personale altamente qualificato, potrai vivere un’esperienza piacevole, preparandoti giorno dopo giorno nel dettaglio così da poter affrontare tranquillamente tutte le prove che l’esaminatore ti sottoporrà.

    Limiti per i neopatentati

    Attenzione, per i primi 3 anni dalla data di conseguimento della patente B, non ti è consentito superare la velocità di 100 km/h sulle autostrade e 90 km/h sulle strade extraurbane principali. Il superamento dei limiti comporta il pagamento di una sanzione amministrativa e la sospensione della patente da 2 a 8 mesi e ricorda che la perdita dei punti è raddoppiata! Fatti furbo, guida con moderazione, non buttare via tutta la fatica che hai fatto per prendere la patente!

    Quale auto guidare da subito?

    Per un anno dal conseguimento della patente B non sarà consentito guidare autoveicoli con un rapporto potenza/peso, riferito alla tara, superiore a 50 kW per ogni tonnellata di peso.

    0117

  • Patente B96

    Patente B96 (Rimorchi Pesanti)

    La cosidetta B96 è un’estensione della Patente B, valida per trasportare con la propria vettura un rimorchio superiore a 750 Kg, e quindi di dimensioni anche considerevoli, senza però prendere la patente BE. Alla condizione, però, che la massa complessiva di veicolo e rimorchio non superi i 4250 Kg.

    Il vantaggio di avere il codice 96 sulla propria patente B è quello di poter poter trasportare alcuni tipi di rimorchio, senza dover necessariamente avviare due pratiche separate, come per la patente BE. Il codice 96 può essere infatti richiesto in parallelo alla patente B, evitando di affrontare due volte gli stessi costi!

    Le prove integrative per ottenere il codice 96, che saranno verificate dallo stesso esaminatore abilitato a far acquisire la patente B, sono finalizzate a gestire con sicurezza le fasi di:

    – Accelerazione e decelerazione del veicolo con rimorchio;

    – Retromarcia;

    – Frenata, spazio di frenata e frenata/schivata;

    – Cambio di corsia;

    – Oscillazione di un rimorchio;

    – Sgancio di un rimorchio dal veicolo a motore e riaggancio allo stesso;

    – Parcheggio.

    Se ti interessa prendere questa estensione della patente B vieni a trovarci in sede, il nostro personale saprà fornirti informazioni più specifiche ed indicarti le tempistiche necessarie alla sua acquisizione. Ti aspettiamo!

    8/14

  • Patente BS

    La tua Patente per Disabili

    Prendi la patente BS nella nostra scuola guida, scopri le modalità di conseguimento della Patente per Disabili, i requisiti e gli adattamenti disponibili sulle nostre speciali auto polifunzionali.

    La patente per disabili è una possibilità concreta di aumentare in modo consistente la propria indipendenza, rivolta a tutti coloro che, pur avendo difficoltà motorie particolari, vogliano comunque mettersi alla prova e decidere di imparare a guidare un’automobile dotata di adattamenti polifunzionali.

    La Patente Disabili
    La Patente Disabili
    La Patente Disabili
    La Patente Disabili

    A Roma Nord, e nelle zone limitrofe come Cassia o Bufalotta, la nostra autoscuola svolge un servizio di qualità in cui la patente BS non è solo un servizio offerto ai nostri clienti disabili. E’ una concreta possibilità, una realtà, una sfida che intendiamo vincere insieme.

    Grazie a delle speciali auto, infatti, si potranno configurare delle postazioni di guida compatibili con le minoranze del candidato, dotate di speciali combinazioni di più adattamenti anatomici utili a permettere il perfetto controllo della vettura. L’elevato numero di combinazioni di diversi adattamenti anatomici configurabili sulle nostre vetture di Roma Nord – attulamente risultano essere 193, ad ognuna delle quali corrisponde un codice – sono in grado di soddisfare le esigenze di molti casi diversi tra loro. Tuttavia, è possibile prescrivere e ottenere anche combinazioni di adattamenti ancora non contemplate.

    I presupposti quindi ci sono tutti. Aggiunti alla professionalità della nostra autoscuola, e soprattutto alla tua determinazione, è possibile vincere questa sfida! Vieni a trovarci a Roma Nord, nella nostra autoscuola specializzata nella patente BS per disabili, potrai ricevere tutta l’assistenza necessaria a permetterti di guidare in totale autonomia. Ti aspettiamo!

    Per informazioni è possibile contattare:

    Il responsabile del progetto, Filippo Boccia, al numero 333 79 87 436. E’ altrimenti possibile contattare la nostra sede, il nostro personale saprà fornire tutte le informazioni desiderate.

  • Visita medica patente speciale

    Patente Disabili Roma, informazioni su come sostenere la visita medica e presentare ricorso presso Commissione Medica Locale di Roma

    Devi sostenere la visita medica a Roma per prendere la patente per disabili? Desideri supporto per presentare ricorso presso la Commissione Medica Locale di Roma per prendere la patente B Speciale? Ecco tutte le informazioni necessarie per risolvere queste necessità.

    Vuoi sostenere la visita medica presso la Commissione Medica Locale di Roma per prendere la patente per disabili a Roma? Non hai superato la visita medica e non sai come presentare ricorso presso la Commissione Medica Locale di Roma? La nostra autoscuola è specializzata nel conseguimento della patente BS, ma prima di iscriverti devi risolvere queste necessità, ecco come fare.

    VISITA MEDICA PER PRENDERE LA PATENTE PER DISABILI A ROMA

    La visita medica è necessaria per definire l’idoneità di un candidato ad acquisire la patente B Speciale e, successivamente, la tipologia di adattamenti anatomici necessari alla configurazione della personale auto. Tale visita viene sostenuta dalla Commissione Medica Locale di Roma, ma è possibile decidere di venire assistiti da un medico di fiducia. In questo caso sarà però obbligatorio inoltrarne richiesta e sostenere a proprio carico i costi del proprio medico. Tuttavia, anche i costi della visita sono a carico del candidato, non essendo tale visita prevista dal Servizio Sanitario Nazionale.

    I risultati della visita saranno quindi comunicati dalla Commissione Medica Locale all’Ufficio Motorizzazione Civile di competenza, anche qualora il candidato risultasse non idoneo all’attività di guida. In caso di esito negativo della visita, comunque, è possibile presentare ricorso contro il giudizio della Commissione Medica Locale per il rilascio della patente speciale, ed ottenere – in certi casi – il certificato di idoneità alla guida in un secondo momento.

    RICORSO CONTRO IL GIUDIZIO DELLA COMMISSIONE MEDICA LOCALE A ROMA

    Il ricorso presentato contro il giudizio della Commissione Medica Locale, presentato in seguito ad un esito negativo maturato nel corso della visita medica, può essere utile ad ottenere l’idoneità alla guida in un secondo momento. Tale ricorso può essere presentato anche se, pur avendo superato la visita medica, non si ritengano adeguati al proprio stato fisico gli adattamenti prescritti dalla Commissione Medica Locale.

    Le modalità per presentare ricorso – e che possono essere utilizzate alternativamente- sono:

    – Ricorso al Tar entro 60 giorni dalla notifica del provvedimento;

    – Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla notifica del provvedimento;

    – Sostenere, a propria richiesta ed a proprie spese, una nuova visita medica presso gli organi sanitari periferici della Società Rete Ferroviaria Italiana SpA (FS).

  • Esame patente speciale

    Persone con Bisogni Speciali, come prendere e rinnovare la patente auto

    Scopri come affrontare l’esame della Patente per disabili a Roma, come ottenere il foglio rosa, esercitarsi con le guide a bordo delle nostre auto polifunzionali e rinnovare la patente per disabili a Roma.

    Prendere la patente per disabili a Roma è possibile sostenendo prima di tutto una visita medica presso la Commissione Medica Locale, la quale indicherà i requisiti che la vettura dovrà necessariamente avere. Tali informazioni saranno quindi riportate nel foglio rosa e, successivamente, sulla patente di guida.

    CORSO TEORICO & PRATICA DI GUIDA PER PRENDERE LA PATENTE BS PER DISABILI A ROMA

    Dopo aver ottenuto il riconoscimento d’idoneità dalla CML ed il foglio rosa, si potrà iniziare la frequentazione del corso di teoria specifico per la patente B Speciale. Conseguentemente il candidato potrà iniziare ad esercitarsi nella guida, a bordo di una vettura compatibile con i requisiti definiti nella visita medica iniziale. Non è necessario che la vettura possegga doppi comandi, ne è necessario che sia di proprietà della scuola guida o del candidato: l’importante è che sia in linea con le direttive espresse dalla Commissione Medica Locale. I titolari di patente B non dovranno invece sostenere l’esame pratico della patente B Speciale, dovendo provvedere solamente all’installazione dei relativi adattamenti anatomici necessari.

    RINNOVO DELLA PATENTE BS PER DISABILI A ROMA

    La patente per disabili scade, salvo casi particolari, ogni cinque anni. Per ottenere il rinnovo della patente per disabili a Roma è necessario presentare alla Commissione Medica Locae un certificato medico, compilando uno specifico modulo disponibile nella nostra autoscuola, e fornire una copia della patente in scadenza. In seguito sarà possibile sostenere una visita medica che, se superata, porterà al rinnovo del titolo di guida. Considerati i tempi di attesa, utili a sostenere la visita medica, è consigliabile attivarsi almeno 90 giorni prima della scadenza effettiva della patente B Speciale.

  • Patente BE

    Lo sapevi che l’esame di teoria necessario all’acquisizione della patente B è valido anche per conseguire la BE?

    La patente BE è la licenza di guida che, conseguibile dopo aver compiuto diciotto anni, permette di condurre tutti i veicoli propri della patente B con l’aggiunta di un rimorchio. Come per tutte le patenti, per ottenere la BE è richiesto ai candidati il superamento di una prova teorica e di un esame di guida. Patente B e BE hanno però lo stesso esame di teoria: sarà quindi sufficiente superare quello relativo alla patente B per poter prenotare l’esame di guida necessario per prendere la BE.

    COSA POSSO GUIDARE CON LA PATENTE BE?

    Con la licenza di guida BE è possibile condurre gli stessi veicoli consentiti con la patente B, con l’aggiunta di un rimorchio la cui massa autorizzata sia superiore a 750 Kg. Un elemento importante è poi il rapporto di traino: il rapporto tra la massa del rimorchio e la massa del veicolo. Il rapporto di traino non deve superare:

    1.45 se si dispone di un rimorchio dotato di un dispositivo di frenatura continuo ed automatico;

    0.80 se si dispone di un rimorchio dotato di un dispositivo di frenatura continuo;

    0.50 nel caso in cui il rimorchio non sia dotato di alcun dispositivo di frenatura.

    ESAME DI GUIDA PER LA PATENTE BE

    I requisiti psicofisici necessari ad affrontare l’esame di guida per la patente BE sono gli stessi che regolano gli esami per la patente B mentre il foglio rosa può essere rilasciato subito dopo il conseguimento del diciottesimo anno di età. Per sostenere l’esame è richiesto un veicolo con delle caratteristiche precise:

    Il veicolo trainante dovrà essere identico a quello utilizzato per la categoria B;

    Il rimorchio deve avere una massa limite di almeno 1000 Kg., in grado di sostenere una velocità di almeno 100 Km/h;

    Il cassone del rimorchio deve essere largo ed alto almeno quanto il veicolo trainante (è accettato anche un cassone meno largo del veicolo trainante, purché la visione posteriore sia agevole attraverso l’uso esclusivo degli specchietti retrovisori);

    Il rimorchio deve avere una massa effettiva di almeno 800 Kg.

    Vieni a trovarci nella nostra autoscuola, ti forniremo tutte le informazioni necessarie a conseguire la patente BE garantendoti la gestione della pratica nel minor tempo possibile.

    8/14

  • Patente C e C1

    Patente C e C1 – Guida Mezzi Pesanti

    Patenti Superiori – Trasporto Merci

    La crisi rende difficile trovare un lavoro? Aumenta allora le tue competenze! Renditi appetibile nel mercato dell’autotrasporto professionale delle merci: con noi potrai acquisire le conoscenze, l’esperienza e la professionalità necessarie ad aumentare notevolmente le possibilità di trovare il tuo lavoro del futuro! Scopriamo insieme come fare.

    Con le nuove direttive la patente C per il trasporto di cose si divide in 3 moduli:

    – la patente C1 (limitata);

    – la patente C (senza limiti);

    – l’estensione da patente C1 a C senza dover ripetere gli argomenti già affrontati nell’acquisizione della patente C1.

    Ricordiamo che per la guida professionale (conto terzi) è necessario abbinare il titolo di guida con la Carta di Qualificazione del Conducente (CQC): in merito ti informiamo della possibilità di prendere la CQC insieme alla patente professionale C già a 18 anni (21 anni per la D), con meno tempo ed anche meno denaro! Contattaci per avere informazioni più dettagliate in merito.

    Patente C1 (con limiti)

    La patente C1 permette la guida di veicoli con massa superiore a 3,5t. ma inferiore a 7,5t. Questa patente può essere conseguita a 18 anni e prevede un esame teorico informatizzato composto da 20 quiz sulla struttura del vero o falso, con un massimo di 2 errori consentiti.

    Con questa patente il rimorchio è limitato ai 750kg e, per abilitare questa patente a veicoli composti da un rimorchio (o semirimorchio) la cui massa massima autorizzata è superiore ai 750 kg e che nel complesso non supera le 12 t., è necessaria la patente C1E.

    Patente C (senza limiti)

    La patente C ti consente di guidare i veicoli adibiti al trasporto cose superiori ad una massa complessiva di 3,5t. Si può conseguire a 21 anni o, se presa insieme alla CQC, anche dopo i 18 anni.

    Secondo le nuove normative anche questa patente, così come la C1, prevede il superamento di un esame teorico informatizzato composto da 40 quiz, con un massimo di errori consenti pari a 4.

    Estensione da patente C1 a patente C

    Con questa integrazione è possibile prendere la patente C tramite un’integrazione dell’esame teorico svolto e superato per la patente C1. L’integrazione in questione consiste nel superamento di un quiz informatizzato composto da 20 domande sulla struttura del vero o falso, con un numero massimo di errori consentiti pari a 2. Una volta superato l’esame si potrà quindi procedere all’esame pratico e, in caso di esito favorevole, evolvere la propria patente C1 in C completa.

    Estensione Patente E 

    Dopo il 2 marzo 2015 la teoria della patente E è inclusa nell’esame di teoria delle patenti C o C1, di conseguenza per avere l’abilitazione alla patente E sarà necessario sostenere solo l’esame di guida. Per ulteriori informazioni visita l’articolo dedicato alla Patente E.

    1503

  • C1 non professionale

    Patente C1 non professionale

    Patente Camperisti – Patente Mezzi Massa Inferiore a 7,5t

    La patente C1 non professionale rappresenta un’alternativa intermedia alla patente C, per guidare veicoli superiori alle 3,5 t. Con questa nuova patente si possono infatti condurre mezzi inferiori alle 7,5 t dopo il superamento di un quiz informatizzato composto da soli 10 quesiti, con un 1 errore massimo consentito, e di una classica prova pratica di guida.

    Questa novità riguarda, tra gli altri, gli appassionati camperisti che ora potranno optare per soluzioni più comode senza dover affrontare l’iter ben più complesso della patente C professionale.

    Questo nuovo esame a quiz, che sostituisce di fatto l’esame orale, non comprende diversi argomenti richiesti invece nel quiz per la patente C professionale. Riportiamo di seguito un elenco degli argomenti più ostici estromessi dal programma della patente C1 non professionale, e che quindi NON SARANNO RICHIESTI DURANTE L’ESAME:

    – Disposizioni su periodi di guida e di riposo;

    – Conoscenza del cronotachigrafo;

    – Disposizioni che regolano il trasporto di cose e persone;

    – Conoscenza dei documenti di trasporto;

    – Nozioni sulla costruzione ed il funzionamento dei motori;

    – Responsabilità del conducente in merito a ricevimento, trasporto e consegna delle merci.

    Per informazioni su come acquisire la patente C1 non professionale non esitate a contattarci, il nostro personale competente ed esperto è sempre disponibile!

    Di seguito una tabella con il rapporto quesiti/errori massimi, per ogni tipo di patente:

     NUMERO TOTALE DI QUESITINUMERO MASSIMO DI ERRORI
    PATENTE AM303
    PATENTI A e B404
    PATENTI C1E e D1E202
    ESTENSIONI DA C1E a CE e da D1E a DE202
    PATENTI CE e DE404
    PATENTE C1 NON PROFESSIONALE101
    CQC sia MERCI che PERSONE606
    PATENTE NAUTICAAttendiamo di completare la tabella con l’esame per la Nautica. 

    1/15

  • Patente D e D1

    Patente D e D1

    Trasporto Persone – Patente Guida Autobus

    Con le nuove direttive la patente per il trasporto di persone si divide in 3: patente D1 (limitata), patente D (senza limiti) e l’integrazione della patente D1 per prendere la D senza dover ripetere gli argomenti già affrontati nell’acquisizione della patente D1.

    Attenzione, per la guida professionale (conto terzi) è necessario abbinarla con la Carta di Qualificazione del Conducente (CQC), contattaci per avere informazioni più dettagliate in merito.

    Patente D1 (con limitazioni)

    Questa patente per il trasporto persone (generalmente per la guida dei minibus) la possono conseguire i candidati che abbiano compiuto 21 anni ma con le seguenti limitazioni rispetto alla patente D completa:

    – autoveicoli che hanno un numero di posti sino a 16;

    – lunghezza massima di 8 metri;

    – rimorchio che non può superare i 750 kg.

    L’esame teorico consiste un quiz informatizzato composto da 20 quesiti, sulla struttura del vero o falso, con un massimo di 2 errori consentiti. Tale patente potrà evolversi in D completa una volta raggiunti i requisiti e dopo il superamento di un altro esame informatizzato integrativo, composto sempre da 20 quesiti sulla base del vero o falso e con un margine di errori pari a 2.

    Patente D (senza limitazioni)

    La patente D consente di guidare i veicoli adibiti al trasporto persone, una volta compiuti i 24 anni. Ricordiamo che per la guida professionale (conto terzi) è necessario abbinarla con la Carta di Qualificazione del Conducente e si può conseguire anche a 21 anni.

    Secondo le nuove normative anche questa patente, prevede il superamento di un esame teorico informatizzato composto da 40 quiz, con un massimo di errori consenti pari a 4.

    Estensione Patente E

    Dopo il 2 marzo 2015 la teoria della patente E è inclusa nell’esame di teoria delle patenti D o D1, di conseguenza per avere l’abilitazione alla patente E sarà necessario sostenere solo l’esame di guida. Per ulteriori informazioni visita l’articolo sul nostro sito dedicato alla Patente E.

    1505

  • Patente E

    Patente E – guida con rimorchi

    Autosnodati e Autoarticolati

    Hai bisogno di aumentare le tue competenze professionali? I nostri istruttori qualificati, forti di una serie di strumenti all’avanguardia messi a disposizione dalla nostra autoscuola, sapranno sostenerti in tutto il processo di formazione, garantendo tempistiche contenute ed un supporto costante e personalizzato per ogni candidato. Continua a leggere per scoprire come acquisire la patente E.

    La patente E è un estensione delle patenti B, C e D. Consente di guidare con un rimorchio superiore ai 750 kg, al di sotto di questo peso il rimorchio è considerato “leggero” e quindi la patente E non è necessaria (salvo rari casi).

    N.B.: In seguito agli ultimi aggiornamenti, superando l’esame di teoria delle patenti C, D, C1 e D1 dopo il 2 marzo 2015 si riceve automaticamente l’abilitazione a sostenere direttamente l’esame di guida della patente E.

    ESTENSIONE PATENTE CE e C1E

    La patente C1E si può conseguire a 18 anni e si possono guidare complessi di veicoli con una motrice e un rimorchio (o semirimorchio) di una massa superiore a 7,5 t. ma che non supera le 12 t. La patente CE, invece, si può conseguire a 21 anni e si possono guidare complessi di veicoli con una motrice e un rimorchio (o semirimorchio) con massa superiore a 7,5 t.

    Di seguito i 2 diversi scenari possibili per acquisire l’estensione CE o C1E:

    1) Esame di teoria della patente C o C1 sostenuto e superato prima del 2 marzo 2015

    Per chi avesse acquisito le patenti superiori C o C1 prima del 2 marzo 2015: per prendere le estensioni CE o C1E l’esame di teoria della patente E rimane forma orale.

    2) Esame di teoria della patente C o C1 sostenuto e superato dopo del 2 marzo 2015

    In questo caso, chi acquisisce le patenti superiori C o C1 dopo il 2 marzo 2015: per prendere le estensioni CE e C1E bisogna sostenere solo la prova pratica di guida della patente E, poiché l’esame di teoria è incluso nei quiz informatizzati.

    Con la patente CE si abilita anche la patente B+E e in caso di possesso della patente D anche la DE.

    La scadenza rimane legata alla patente C.

    ESTENSIONE PATENTE DE e D1E

    La patente D1E si può conseguire a 21 anni e abilita alla conduzione di un rimorchio di massa superiore a 750kg con veicoli conducibili nella categoria D1.
    La patente DE si può conseguire a 24 anni e abilita alla conduzione di un rimorchio di massa superiore a 750kg. 

    Di seguito i 2 diversi scenari possibili per acquisire l’estensione DE o D1E:

    1) Esame di teoria della patente D o D1 sostenuto e superato prima del 2 marzo 2015

    Per chi avesse acquisito le patenti superiori D o D1 prima del 2 marzo 2015: per prendere le estensioni DE o D1E l’esame di teoria della patente E rimane forma orale.

    2) Esame di teoria della patente D o D1 sostenuto e superato dopo del 2 marzo 2015

    In questo caso, chi acquisisce le patenti superiori D o D1 dopo il 2 marzo 2015: per prendere le estensioni DE e D1E bisogna sostenere solo la prova pratica di guida della patente E, poiché l’esame di teoria è incluso nei quiz informatizzati.

    La scadenza rimane legata alla patente D.

    0515

  • Recupero punti

    Recupero Punti della Patente di Guida

    Purtroppo, se stai leggendo questa sezione, significa che con tutta probabilità hai qualche punto in meno sulla tua patente di guida. Non ti preoccupare i nostri corsi di recupero punti patente ti aiuteranno a ristabilire il punteggio perso

    Come ben sai ad ogni patente è assegnato un punteggio iniziale di 20 punti che diminuisce ogni qualvolta viene commessa un’infrazione che rientra nei casi di decurtazione.

    SEI UN NEOPATENTENTATO?

    I punti persi dai neopatentati (nei primi tre anni) vengono raddoppiati per ogni violazione. Il nuovo codice della strada prevede inoltre un tasso alcolemico pari a zero per i neopatentati e per i conducenti professionali.

    NON SAI QUANTI PUNTI HAI SULLA PATENTE?

    Per conoscere il tuo saldo punti puoi chiamare il numero verde 848.782.782, oppure accedendo con le tue credenziali personali al Portale dell’Automobilista.

    QUANTO DURANO E COME FUNZIONANO I CORSI DI RECUPERO PUNTI?

    Per quanto riguarda le patenti AM, A1, A2, A, B1, B, BE puoi recuperarne un massimo di 6 frequentando un corso di 12 ore, mentre per le patenti B + KB, C, CE, D, DE, CQC puoi recuperarne un massimo di 9 frequentando con un corso di 18 ore. C’è da aggiungere che, nel momento in cui non si commettono infrazioni per due anni consecutivi, il punteggio ritornerà ad essere quello di partenza di 20 punti. Ma attenzione non rischiare di perderli tutti altrimenti devi rifare l’esame della patente.

    HAI PERSO TUTTI I PUNTI SULLA TUA PATENTE?

    Nel caso della perdita totale dei punti è necessario rifare l’esame teorico in modalità informatizzata e quello pratico di guida. Dal ricevimento della lettera da parte del ministero dei trasporti si hanno 30 giorni per sostenere l’esame con la possibilità di circolare. Dopo questo periodo, se non si riabilita la patente viene sospesa a tempo indeterminato. Passato l’esame i punti ritornano al punteggio iniziale di 20.

    NON HAI MAI SUBITO DECURTAZIONI DEI PUNTI SULLA TUA PATENTE?

    A punteggio pieno si possono guadagnare 2 punti per ogni 2 anni trascorsi senza commettere infrazioni, potendo raggiungere un massimo di 30.

    QUANTI PUNTI SI POSSONO DECURTARE CON UNA SOLA INFRAZIONE?

    Ti possono togliere massimo 15 punti in una volta sola. Ovviamente tali infrazioni commesse contemporaneamente non devono rientrare tra la sospensione o revoca della patente.

    COSA SUCCEDE SE GUIDI CON UNA PATENTE STRANIERA?

    I punti sono tolti anche se la patente appartiene ad uno stato estero ma con differenti modalità:

    • al titolare di patente straniera che nell’arco di un anno perde almeno 20 punti, non potrà guidare sul territorio italiano per 2 anni;
    • al titolare di patente straniere che nell’arco di 2 anni perdono almeno 20 punti non potrà guidare sul territorio italiano per almeno 1 anno;
    • al titolare di patente straniera che tra il secondo e terzo anno perde almeno 20 punti non potrà guidare sul territorio italiano per 6 mesi.

    Tabella decurtazione punti Patente

    10 punti

    • Eccesso di velocità superiore ai 40 km/h
    • Guida in stato di ebbrezza
    • Circolazione contromano in caso di curve o in condizioni di scarsa visibilità
    • Omissione di soccorso dopo un incidente con danni alle persone
    • Omissione di soccorso dopo un incidente se i danni rendono obbligatoria la revisione dell’auto
    • Circolazione sulle corsie di emergenza nei casi non consentiti
    • Gare di velocità decise di comune accordo
    • Inversione di marcia in autostrada
    • Retromarcia in autostrada
    • Violazione dei posti di blocco
    • Trasporto di merci pericolose senza autorizzazione
    • Violazione delle norme per il trasporto di merci pericolose
    • Rifiuto dell’accertamento del tasso alcolemico
    • Mancato uso o uso non regolare del cronotachigrafo

    8 punti

    • Mancato rispetto della distanza di sicurezza con conseguente incidente con lesioni gravi a persone
    • Mancato rispetto delle disposizioni sull’incrocio con conseguente incidente con lesioni gravi a persone
    • Inversione di marcia in prossimità di curve, di incroci o di dossi

    6 punti

    • Passaggio con semaforo rosso o mentre il vigile stia dando la precedenza ad altri flussi di traffico
    • Mancato rispetto del passaggio a livello
    • Mancato rispetto del segnale di Stop

    5 punti

    • Mancato uso delle cinture di sicurezza
    • Mancato uso dei seggiolini di sicurezza per bambini
    • Alterazione del funzionamento delle cinture di sicurezza
    • Comportamento irregolare nelle strettoie
    • Sorpasso a destra di tram e filobus in prossimità di una fermata
    • Sorpassi pericolosi
    • Mancato rispetto dell’obbligo di dare la precedenza
    • Mancato uso del casco regolarmente allacciato
    • Mancato rispetto dell’obbligo di precedenza ai pedoni sugli attraversamenti pedonali
    • Mancato rispetto dell’obbligo di precedenza nell’attraversare la strada ai disabili
    • Uso del telefonino senza viva voce durante la guida
    • Mancato uso delle lenti correttive ove prescritto
    • Violazione dell’obbligo di moderare la velocità in caso di curve, incroci e visibilità limitata
    • Eccesso di velocità compreso di oltre 10 km/h e fino a 40 km/h

    4 punti

    • Occupazione della corsia centrale o di sinistra nel caso di corsia libera a destra
    • Omissione di soccorso nel caso di incidente provocato da chi guida, con danni solo alle cose
    • Guida contromano
    • Circolazione in autostrada con veicoli non ammessi

    3 punti

    • Mancato rispetto della distanza di sicurezza
    • Trasporto di carichi senza le dovute attenzioni
    • Uso improprio degli abbaglianti
    • Violazione delle regole di sorpasso dei tram
    • Mancato accertamento delle condizioni per fare un sorpasso

    2 punti

    • Sorpasso a destra
    • Inosservanza della segnaletica stradale a eccezione di quella di sosta e di fermata
    • Uso improprio delle “frecce”
    • Cambi di corsia irregolari o svolte non segnalate
    • Mancata esposizione del triangolo nel caso di avaria
    • Trasporto di persone in soprannumero
    • Intralcio irregolare della strada nel caso di incidente
    • Mancato rispetto dei periodi di pausa per gli autotrasportatori
    • Traino di veicoli in autostrada
    • Inosservanza del divieto di sosta in corsie e carreggiate riservate ai mezzi pubblici
    • Inosservanza del divieto di sosta nei posteggi per disabili e in corrispondenza di scivoli a loro dedicati
    • Violazione dell’obbligo a cedere il passo a veicoli con sirena o lampeggianti accesi
    • Violazione del divieto di seguire veicoli con sirena o lampeggianti accesi avvantaggiandosi nella marcia

    1 punto

    • Inosservanza delle norme sull’uso dei fari
    • Mancanza o irregolarità dei documenti
    • Trasporto irregolare di cose su veicoli e rimorchi
    • Inosservanza delle disposizioni sul trasporto di persone o cose sui veicoli a due ruote

    0117

  • Guida accompagnata

    Guida Accompagnata

    Finalmente è uscito il decreto sulla guida accompagnata. Infatti dal 21 aprile 2012 sarà possibile guidare l’auto prima del compimento del 18esimo anno d’età.

    Tutti possono farlo?

    Si lo possono fare tutti, ma ci sono delle restrizioni da rispettare:

    • possedere la patente della moto (A1 che si può conseguire dal 16esimo anno di età).
    • aver compiuto 17 anni.
    • effettuare in autoscuola 10 guide obbligatorie.
    • essere affiancato da un adulto (che non ha più di 60 anni) regolarmente patentato da 10 anni e che negli ultimi 5 non ha avuto sospensioni della patente.
    • si dovranno dichiarare in anticipo gli accompagnatori (non più di 3).

    Inoltre non si possono portare passeggeri (ovviamente accompagnatore escluso), il veicolo non potrà avere un rimorchio  ed è necessario esporre un contrassegno con le lettere ‘GA’ (Guida Accompagnata, stessa modalità della ‘P’ di Principiante).

    050112

  • Privatisti

    Privatisti Patente di Guida

    La nostra Autoscuola fornisce assistenza anche ai privasti. Ti assisteremo in tutto, dalla prenotazione dell’esame sino all’esame stesso, che dopo qualche guida che servirà per trovare la giusta affinità con il mezzo, potrai svolgere con la nostra auto munita di doppi comandi.

    Ricorda che l’esame ha una sua linea da rispettare. Infatti non basta saper guidare, gli esaminatori sono molto severi ed esigono che l’esame sia svolto secondo le loro direttive, quindi è importante guidare seguendo le indicazioni del nostro istruttore, che ha l’esperienza e la conoscenza necessaria per impostarti in modo d’ affrontare l’esame nei migliori dei modi e soprattutto senza brutte sorprese!

    Per maggiori informazioni vieni subito nella nostra autoscuola.

    050112

  • Limite neopatentati

    Sono entrate in vigore le limitazioni sul codice della strada legate ai neopatentati. I limiti sono legati al rapporto peso potenza del veicolo. Articolo 117 del codice della strada: “I titolari di patente di guida di categoria B, per il primo anno dal rilascio, non e’ consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t. Nel caso di veicoli di categoria M1, si applica un ulteriore limite di potenza massima pari a 70 kW. Le disposizioni si applicano ai titolari di patente di guida di categoria B rilasciata a decorrere dal centottantesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore della legge.

    Dal il sito IL SOLE 24ORE un elenco completo delle auto che si possono guidare. Clicca QUI per vedere.

    050112

Contatti

Seguici su

Copyright © 2012 Prima Porta Services SRL | Via della Giustiniana 209/211 | 00188 Roma | PI E CF 01381391000
Testi by Autoscuole nel Web - Per i continui cambiamenti delle procedure si ritengono queste fonti non ufficiali pertanto si declina ogni responsabilità sul loro utilizzo.
Tutti i Testi sono protetti dalla legge sul diritto d'autore in ottemperanza alle norme del Copyright ©