• Corsi CQC

    Corsi CQC Merci e Persone

    La CQC è un importante opportunità per migliorare il tuo futuro.

    Per quale ragione la CQC è importante?

    Perchè qualifica e valorizza il tuo lavoro da autista. Si può definire come la “laurea” della patente di guida.

    La nostra autoscuola organizza corsi specifici per ottenere questo importantissimo attestato.

    Cos’è esattamente la CQC?

    E’ la carta di qualificazione del conducente (attenzione non è una patente) che è obbligatoria per la guida professionale e si aggiunge attraverso un annotazione (codice 95) alla patente di guida di categoria C, D, C+E, D+E.

    In sostanza è una qualifica per quei conducenti che guidano veicoli adibiti al trasporto di merci e persone (guida dei taxi esclusa, dove è ancora in vigore il CAP B).

    Quante ore dura il corso?

    I corsi CQC sono vari, dipendono dalle tue precedenti qualifiche e dall’età.

    Corso di formazione iniziale ordinaria: (completo senza limiti) ha la durata di 260 ore di teoria, più 20 di guida obbligatoria.

    Corso di formazione iniziale accelerato: gli orari si dimezzano (130+10), però pone i seguenti limiti legati all’età:

    CQC Merci: con età inferiore ai 21 anni non puoi effettuare trasporti con peso superiore alle 7,5 tonnellate.

    CQC Persone: con età inferiore ai 23 anni non puoi portare più di 16 passeggeri su lunghe tratte, mentre puoi portare minibus e autobus di linea se non superi i 50km di percorrenza.

    Se possiedo già una CQC Merci o persone, cosa devo fare per integrare quella mancante?

    In questo caso si deve effettuare solo il corso specifico. Come abbiamo visto precedentemente si può scegliere tra corso completo (senza limiti) o un corso accelerato con le limitazioni legate all’età.

    Il corso completo ha una durata di 70 ore + 5 di pratica.

    Il corso accelerato ha una durata di 35 ore + 2,5 di pratica. Le limitazioni sono le stesse riportate precedentemente.

    8/14

  • Rinnovo CQC

    Rinnovo e Scadenze CQC

    Scadenza CQC – Formazione Periodica CQC

    Il rinnovo della CQC deve essere svolto ogni 5 anni ed è subordinato alla frequenza di un corso di formazione periodica di 35 ore.

    I corsi possono essere svolti con supporti multimediali, pertanto le nostre aule sono già attrezzate per questo tipo di evento.

    Attualmente non è previsto un esame al termine del corso, di conseguenza verrà rilasciato un attestato di frequenza che permetterà l’emissione della CQC aggiornata. Ovviamente penseremo noi a tutte le procedure burocratiche.

    Perché rinnovare subito la tua CQC?

    – Salvaguarda il tuo lavoro di conducente professionista;

    – A breve potrebbe essere introdotto un esame per ottenere il rinnovo e farlo ora significa risparmiare tempo e denaro;

    – Lavora in tutti gli stati membri dell’Unione Europea, a prescindere da qualsiasi decreto o normativa;

    – Sfrutta il tempo a tua disposizione per distribuire con più comodità le ore del corso;

    – Approfitta di condizioni economiche vantaggiose.

    Per gli autisti che hanno ricevuto la CQC per documentazione (senza quindi aver frequentato un corso), la CQC scadrà

    il 9/09/2015: autisti che effettuano l’autotrasporto di persone

    il 9/09/2016: autisti che effettuano l’autotrasporto merci

    Per chi ha già fatto il primo corso di rinnovo, la CQC scadrà

    il 9/09/2020: autisti che effettuano l’autotrasporto di persone

    il 9/09/2021: autisti che effettuano l’autotrasporto merci

    Visto il grande volume di CQC che sono in circolazione, ti consigliamo di contattarci quanto prima per avere informazioni dettagliate e avere la priorità rispetto agli altri autisti per rinnovare in temi rapidi la tua CQC.

    Devo rinnovare il CQC persone ma ho anche il merci. Come mi devo comportare?

    Con il corso rinnovo CQC persone da 35 ore si rinnoverà automaticamente anche il merci, senza ore supplementari di corso.

    Se non rinnovo la CQC entro la scadenza cosa succede?

    Dalla data di scadenza hai due anni di tempo per rinnovare la tua CQC. Una volta scaduto il termine la tua CQC non sarà più valida. Ovviamente in questi due anni se non fai il rinnovo, non potrai più guidare veicoli dove è necessario questo documento.

    Ho già frequentato un corso ma le scadenze sono diverse da quelle sopracitate.

    Purtroppo le nuove scadenze sono state inserite a seguito del DD 6/8/2013. Chi ha frequentato il corso prima di questa data dovrà richiedere un duplicato a ridosso della scadenza.

    Sino a quando posso rinnovare la mia CQC?

    Sino al compimento dei 68° anno d’età.

  • Recupero punti CQC

    Corsi per il recupero punti CQC

    Quanti punti possiedo sulla CQC?

    Le modalità sono le stesse della patente normale. Si parte da un punteggio di 20 punti.

    Come avviene la decurtazione dei punti?

    Durante la guida professionale la decurtazione dei punti viene fatta sul documento di abilitazione professionale (CQC) e non sulla tua patente di guida. Si possono recuperare 9 punti partecipando ad uno dei nostri corsi della durata di 20 ore.

    Se sono bravo quanti punti recupero?

    Se per due anni consecutivi non si commettono infrazioni il punteggio verrà riportato a quello di partenza di 20 punti.

    Nello svolgimento dell’ attività professionale, se non si commettono per due anni consecutivi infrazioni (partendo dal punteggio pieno di 20), si beneficia di un bonus di 2 punti (sino ad un raggiungimento massimo di 30).

    Cosa succede se perdo tutti i punti della CQC?

    In caso di perdita totale del punteggio dovrai sottoporti ad un esame di revisione teorico sull’intero programma del conseguimento della CQC.

    Attenzione il superamento dell’esame recupera l’intero punteggio della CQC ma non di eventuali punti persi sulla tua patente.

    8/14

  • Esame CQC

    Esame CQC a Quiz informatizzato

    Si può accedere all’esame presentando l’attestato di frequenza del corso che ha un anno di validità.

    L’esame CQC è a Quiz Informatizzato. Si divide in due prove:

    • Parte Generale
    • Parte Specifica Merci o Persone

    Le prove sono composte entrambe da 60 quiz e non si potranno fare più di 6 errori a prova (al 7° si è bocciati)

    Non è possibile effettuare entrambe le prove nello stesso giorno.

    In caso di esito negativo, dopo un mese si può ripetere l’esame.

    NB. entro l’anno di validità dell’attestato, l’esame può essere ripetuto più volte.

    1205

  • Deroghe CQC

    Deroghe CQC

    I casi in cui la CQC non è necessaria

    Ci sono delle deroghe per i seguenti conducenti di veicoli:

    La cui velocità massima autorizzata non supera 45 km/h;

    Ad uso delle Forze armate, della Protezione civile, dei Vigili del fuoco e delle Forze responsabili del mantenimento dell’ordine pubblico, o messi a loro disposizione;

    Sottoposti a prove su strada a scopo di perfezionamento tecnico, riparazione o manutenzione, e nuovi o trasformati non ancora immessi in circolazione;

    Utilizzati in servizio di emergenza o destinati a missioni di salvataggio;

    Utilizzati per lezioni di guida ai fini del conseguimento della patente o dei certificati di abilitazione professionale

    Utilizzati per trasporti privati e non commerciali di passeggeri o di merci;

    Che trasportano materiale o attrezzature, utilizzati dal conducente stesso nell’esercizio della propria attività, a condizione che la guida del veicolo non ne costituisca attività principale.

    Per la guida del taxi ho bisogno della CQC?

    Assolutamente no, per la guida dei taxi o di ncc è in vigore ancora il vecchio CAP B.

    I due documenti sono pertanto da ritenersi divisi.

    8/14

  • Duplicato CQC

    Duplicato CQC

    Per lo smarrimento (furto o altro) della tua CQC sarà sufficiente recarti da noi con la denuncia e la fotocopia della tua patente.

    Ho ancora la CQC separata dalla patente, se perdo la mia patente di guida, la CQC è ancora valida ?

    Attualmente la patente di guida è stata unificata alla CQC in un unico documento. Quindi per chi possedesse la CQC separata dalla patente di guida, dovrà unificare i documenti al primo duplicato (o rinnovo patente).

    1312

  • Cap. B

    C.A.P. (KB)

    Certificato di Abilitazione Professionale

    IL CAP è un certificato di abilitazione professionale che in parte è stato sostituito dalla CQC (Carta di Qualificazione del Conducente). Attualmente il CAP per la guida professionale è rimasto come certificato per la guida dei Taxi o delle autovetture di noleggio con conducente (NCC).
    Ricordiamo che il CAP B (KB) non è una patente ma un certificato da abbinare alla propria patente B. Il certificato di abilitazione professionale di tipo CAP B (KB) è valido anche per la guida dei veicoli cui abilita il CAP A.
    Si può richiedere dopo aver compiuto i 21 anni.

    Documenti da portarci:

    • 3 foto tessera
    • carta d’identità
    • Patente di guida B o superiore
    • per gli extracomunitari permesso di soggiorno in corso di validità

    Cosa prevede l’esame?

    Dal 2 gennaio 2019 la prova si svolge con una scheda cartacea di 20 domande a risposta multipla. Per svolgere la scheda il candidato ha a disposizione trenta minuti. Per superare la prova il candidato non deve commettere più di due errori. Dal terzo errore in poi il candidato sarà giudicato “non idoneo”. Inoltre le risposte non date o le correzioni sono valutate come errori.

    Quali veicoli posso guidare con il CAP B (KB)?

    • motocarrozzette di massa complessiva oltre 1,3 t in servizio di noleggio con conducente
    • autovetture in servizio di piazza (taxi) o di noleggio con conducente (NCC).

    Per il rinnovo come mi devo comportare?

    Il CAP B (KB) se legato da una patente B, va rinnovato come di seguito indicato:

    • ogni 5 anni, se la patente di guida è ancora in corso di validità;
    • alla scadenza della patente di guida se quest’ultima scade prima che siano trascorsi 5 anni dal conseguimento del CAP B(KB)

    Ricorda che puoi rinnovare anche la patente B quando rinnovi il CAP.

  • Esame CQC-PAT. C (o D)

    Esame parallelo CQC C (o D)

    CQC anche ai più giovani: ora si può, con l’alta formazione

    E’ ora realmente possibile diventare autisti professionali (sia merci che persone) già dopo aver compiuto il diciottesimo anno di età, grazie ad un iter regolamentato ed ufficializzato lo scorso 4 giugno 2014.

    Nella nuova regolamentazione attuata nel mondo della CQC e del trasporto professionale, ufficializzata lo scorso 4 giugno 2014, è stata inserita una novità che solo ora è effettivamente fruibile: prendere la CQC insieme alla patente professionale C già a 18 anni (21 anni per la D), con meno tempo ed anche meno denaro. La componente amministrativa delle Motorizzazioni Civili ha infatti aggiornato i propri strumenti, permettendo di poter sfruttare realmente queste nuove deroghe ai limiti anagrafici.

    Una volta compiuto il diciottesimo anno di età è infatti possibile intraprendere un iter basato sull’alta formazione, con cui acquisire tutte le competenze per entrare nel mondo del lavoro dell’autotrasporto professionale. Una volta avviato questo iter si dovranno seguire parallelamente2 corsi di teoria, uno per la patente C o D ed uno per la CQC corrispondente, ovvero merci o persone, della durata di 260 ore cadauno.

    Al termine di questi due corsi, il candidato dovrà sostenere un esame di teoria per ottenere il foglio rosa, indispensabile per accedere alla seconda fase: il corso di pratica CQC. Al termine del corso di pratica CQC, della durata totale di 20 ore, sarà quindi possibile accedere all’esame CQC, e soltanto dopo averlo superato, terminare l’iter con l’esame pratico della patente C o D.

    8/14

  • Macchinari agricoli

    Patentino per attrezzature sul lavoro | Macchine operatrici

    Corsi per abilitarsi all’uso di attrezzature di lavoro come carrelli elevatori semoventi, trattori agricoli o forestali, gru mobili, piattaforme di lavoro elevabili, gru a torre, escavatori idraulici a fune, pale caricatrici frontali, autoribaltabili, pompe a calcestruzzo, gru per autocarri e terne.

    Il rischio di incorrere in incidenti sul lavoro, quando si parla di macchine operatrici, è concreto e purtroppo frequente. A confermarlo sono i molti infortuni che ogni anno si verificano in Italia. Per questo è necessario certificarsi a norma di legge (D.lgs. 81/2008 e Accordo Stato Regioni del 22/02/2012), per l’utilizzo di attrezzature di lavoro, sostenendo un esame teorico ed uno pratico per ricevere il patentino.

    Ecco di seguito un elenco delle macchine operatrici per le quali è necessario ottenere un’abilitazione specifica:

    – Carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo;

    – Trattori agricoli o forestali;

    – Gru mobile;

    – Piattaforme di lavoro mobili elevabili;

    – Gru a torre;

    – Escavatori idraulici e a fune;

    – Pale caricatrici frontali;

    – Autoribaltabili a cingoli;

    – Pompa per calcestruzzo;

    – Gru per autocarro;

    – Terne.

    Vieni a trovarci per ricevere una consulenza specifica, in modo da soddisfare le tue esigenze professionali.

    0117

  • Formazione cronotachigrafo

    Corsi di formazione per l’uso corretto del cronotachigrafo

    Tutela il tuo lavoro di autista, iscriviti ai nostri corsi di formazione. L’Unione Europea ha infatti imposto alle imprese di autotrasporto italiane di garantire formazione e istruzioni adeguate ai propri conducenti sull’utilizzo del cronotachigrafo.

    Con il decreto dirigenziale n. 215 del 12/12/2016, l’Unione Europea ha richiesto alle imprese di autotrasporto italiane di garantire formazione e istruzioni adeguate ai propri conducenti a proposito dell’uso dei tachigrafi, sia digitali che analogici.

    Per questo motivo l’azienda è soggetta a tre oneri fondamentali:

    1. Formare attraverso con corso di formazione

    2. Istruire attraverso un manuale di istruzioni

    3. Controllare attraverso delle lettere di notifica

    FORMARE – (ogni 5 anni) : Il Decreto Legislativo del 31 marzo 2006 (art 2), invita l’azienda a garantire un’adeguata formazione per i propri conducenti, attraverso un corso teorico e pratico sul corretto utilizzo del tachigrafo.

    ISTRUIRE (ogni anno): il Decreto Dirigenziale del 12 dicembre 2016 (Prot. 215 art.7) obbliga le aziende a fornire annualmente un manuale di istruzioni, con allegata una ricevuta controfirmata dal conducente, contenente adeguate informazioni nel rispetto della norma sociale in materia di tempi di guida e di riposo e al buon funzionamento del tachigrafo.

    CONTROLLARE (ogni 90 giorni): il Decreto Dirigenziale del 12 dicembre 2016 e la circolare esplicativa del 13 febbraio 2017, obbliga le imprese (ogni 90 giorni) a verificare l’attività del conducente sul corretto utilizzo del tachigrafo (soprattutto in caso di infrazioni) e notificare un resoconto sintetico attraverso una lettera controfirmata dal conducente, mantenuto almeno un anno presso la sede dell’azienda.

    La nostra struttura è organizzata per fornirti da subito tutto il necessario per assolvere ai tre oneri così da evitare sanzioni e tutelare il lavoro di autotrasportatore.

    QUANTO DURA QUESTO CORSO DI FORMAZIONE?

    Secondo il decreto, ogni corso di formazione sul cronotachigrafo deve avere una durata minima di 8 ore.

    DOPO AVER FREQUENTATO IL CORSO COME MI DEVO COMPORTARE?

    A fine corso la tua impresa di autotrasporto ti fornirà un documento con le istruzioni sul comportamento da seguire per rispettare le regole sui tempi di guida e di riposo e sul buon funzionamento del cronotachigrafo. Tale documento, che avrà una durata di un anno, dovrà essere firmato da entrambe le parti. Le imprese devono infine garantire verifiche periodiche, almeno ogni novanta giorni, sull’attività dei loro conducenti.

    OGNI QUANTI ANNI DEVO FREQUENTARE IL CORSO?

    L’attestato che ti sarà rilasciato al termine del corso avrà una durata di 5 anni, passati i quali dovrai frequentare un altro corso di formazione.

    QUALI SONO GLI ARGOMENTI DEL CORSO?

    (Allegato 1 al Decreto n. 215 del 12/12/2016)

    • Evoluzione della normativa dal Regolamento (CEE) n. 1463/70 al Regolamento (UE) n. 165/2014. Brevi cenni delle normative che hanno regolato e che regolamentano l’uso del tachigrafo e ne disciplinano le caratteristiche costruttive, con particolare attenzione ai più recenti Regolamenti (CEE) n. 3821/85 e (UE) n. 164/15. Obbligo dell’uso del tachigrafo. Esenzioni.
    • Brevi cenni sul Regolamento (CE) n. 561/06. Disciplina dei tempi di guida e di riposo – Esenzioni – Certificazioni – Deroghe.
    • Evoluzione tecnologica: dall’analogico al digitale. Descrizione delle tipologie meccaniche degli strumenti di registrazione. Avvento del tachigrafo digitale
    • Uso del tachigrafo analogico. Descrizione dell’apparecchio e del foglio di registrazione (disco) e loro corretto uso.
    • Uso del tachigrafo digitale. Modelli, tipologie e descrizione della struttura dell’impianto del tachigrafo digitale.
    • Le carte tachigrafiche: descrizione dei vari tipi di carte e loro corretto uso.
    • Caratteristiche e funzionalità del tachigrafo digitale.
    • Lettura ed interpretazione delle stampe e dei pittogrammi del tachigrafo digitale.
    • Attività con simulatore di casi reali con strumenti adeguati per la pratica delle competenze acquisite.
    • Responsabilità amministrativa e penale a carico dei soggetti che circolano o mettono in circolazione veicoli sprovvisti di tachigrafo ovvero con tachigrafo manomesso o non funzionante.

    La nostra autoscuola è abilitata a sostenere tali corsi, vi invitiamo pertanto a venirci a trovare per richiedere tutte le informazioni correlate e, qualora lo vogliate, seguire questa formazione con noi, continuando a svolgere il vostro lavoro in piena regola con il decreto legge n. 215 del 12/12/2016.

    0117

Contatti

Seguici su

Copyright © 2012 Prima Porta Services SRL | Via della Giustiniana 209/211 | 00188 Roma | PI E CF 01381391000
Testi by Autoscuole nel Web - Per i continui cambiamenti delle procedure si ritengono queste fonti non ufficiali pertanto si declina ogni responsabilità sul loro utilizzo.
Tutti i Testi sono protetti dalla legge sul diritto d'autore in ottemperanza alle norme del Copyright ©